GUIDA ALL'ACQUISTO DEI TUOI ATTREZZI SPORTIVI
TOF Fiere di Parma
OUTDOORTEST
Trion Zip 22, zaino di Mammut
Trion Zip 22, zaino di Mammut
Trion Zip 22 di Mammut, lateralmente
Trion Zip 22 di Mammut, lateralmente
Trion Zip 22 di Mammut, zaino per climbing e vie ferrate
Trion Zip 22 di Mammut, zaino per climbing e vie ferrate
Trion Zip 22 di Mammut
Trion Zip 22 di Mammut
Trion Zip 22 di Mammut, indossato
Trion Zip 22 di Mammut, indossato

Mammut Trion Zip 22 zaino

Adatto alle imprese più impegnative, è studiato per vie ferrate e arrampicata alpinistica

Sintesi

Mammut Trion Zip 22 è il contenitore di trasporto più efficace per chi arrampica, grazie alla sua leggerezza, semplicità,  capienzaminimo ingombro. Aderenza perfetta al corpo e grande comfort d’azione completano il quadro di un modello che può soddisfare anche le esigenze del’escursionista veloce in montagna.

Alfredo Tradati

Testato da:

Alfredo Tradati

il 25/05/2017

95/100

Risultati

Accesso
Accessori portamateriale
Caricamento
Comfort in azione
Libertà movimenti
Stabilità in cammino
Voto totale 95
Dati test
Data inizio : 25/05/2017 Data fine : 30/06/2017
Campo test : Ferrata del Medale (Lecco), speed hiking La Val (Bz), Alpbach (A)
Descrizione terreno : Roccia, sterrato, ghiaione
Meteo : Soleggiato, variabile Temperatura aria : 5/22°C
Scopri di più sulle nostre recensioni

Scheda tecnica

Dimensioni
52x26x26 cm
Peso (gr)
810 grammi
Sistema di trasporto
Contact Vent™, con imbottiture in EVA
Accessori
2 daisy chain, porta piccozze, porta corda, fettucce laterali di compressione carico
Tessuto
Nylon 420D
Sistema impermeabilizzazione
Trattamento DWR esterno, PU impermeabile all'interno
Sistema idratazione
Tasca interna per sacca, foro superiore destro per passaggio tubo, asola su spallaccio e su cinghia pettorale per fissaggio tubo


Le nostre valutazioni

Mammut Trion Zip 22 è stato utilizzato dapprima in attività di via ferrata sulle Grigne lecchesi. Al suo interno abbiamo stivato tutto l’occorrente per una mattinata in ascesa, indumenti di riserva, cibo, materiale di sicurezza, sacca idrica. Il tutto per circa 5 kg di carico. Prima di cominciare l’ascensione, abbiamo avuto cura di regolare ogni dettaglio, dalle cinghie di compressioni laterali, all’avvicinamento del carico mediante le fettucce superiori, fissaggio della cinghia pettorale e alla vita.

L’impressione immediata è stata quella di avere un tutt’uno con il proprio corpo. Esercitando movimenti abnormi abbiamo ricercato la destabilizzazione, non trovandola. Durante la salita in ferrata, talvolta esposta, abbiamo potuto dedicarci esclusivamente all’attività di arrampicata, con la massima concentrazione. In nessun caso lo zaino ha interferito con l’azione.

Prevedendo il rientro via trekking, abbiamo fissato i bastoni lateralmente utilizzando le cinghie di compressione, che hanno svolto il ruolo in maniera egregia. Superiormente, al posto dell’alloggio per la corda, abbiamo fissato la giacca che così è rimasta fino al termine della salita.

In una successiva sessione test, abbiamo condotto lo zaino in attività di escursionismo veloce, speed hiking. Questa volta lo zaino è stato caricato in maniera maggiore, con circa 8 kg di materiale, per consentirci di valutare il comfort degli spallacci e dello schienale in particolare, in condizioni di affaticamento e sudorazione maggiore.

Abbiamo scelto una salita con circa 700 m di dislivello, e pendenze importanti, per raggiungere le condizioni utili al test nel più breve tempo possibile. Anche in questo caso le prestazioni dello zaino sono state ottimali: perfetta stabilità del carico, perfetta aderenza del sistema di trasporto alla schiena, ottima distribuzione del carico sull’intera superficie degli spallacci, accesso rapido ed efficace sistema di idratazione.

Nella fase di rientro, dopo aver svuotato lo zaino del cibo precedentemente riposto, del guscio idrorepellente e dello strato termico, abbiamo voluto verificare la stabilizzazione del carico residuo, sfruttando le cinghie di compressione laterale. Anche in questo caso abbiamo ottenuto un insieme perfettamente coeso tra corpo e zaino che, anche in fase di leggera corsa, non ha presentato alcun sintomo di perdita di stabilità o di interferenza.

LEGGI TUTTO
La tasca porta piccozze posteriore del Mammut Trion Zip 22 con le cinghie di fissaggio Lateralmente, due cinghie regolabili di compressione del carico per Mammut Trion Zip 22 Gli inserti imbottiti in EVA dello schienale dello zaino Mammut Trion Zip 22 Gli spallacci anatomici dello zaino Mammut Trion Zip 22 Particolare del taschino contenente la fettuccia di aggancio della corda dello zaino Mammut Trion Zip 22 L'apertura superiore dello zaino Mammut Trion Zip 22 con la tasca interna Vista superiore dello zaino Mammut Trion Zip 22 con le cinghie di regolazione del carico

Destinazione e consigli d'uso

Mammut Trion Zip 22 ha dato risultati più che positivi nella disciplina di elezione, l’arrampicata, ma sorprendentemente ha performato egregiamente anche allargando l’orizzonte delle attività. Possiamo pertanto affermare che lo zaino è destinato ad un pubblico più allargato di quanto ci si aspettasse alla vigilia del test.

Ci permettiamo pertanto di consigliare l’uso di questo zaino Mammut Trion Zip 22 agli arrampicatori, agli alpinisti, ai frequentatori delle vie ferrate, ma allo stesso tempo al grande popolo degli escursionisti intensivi e più esigenti. Si tratta di quella vasta schiera di appassionati che amano ricercare nelle proprie escursioni in montagna la prestazione, quindi agendo con velocità e dinamismo, sia nelle fasi di salita sia in quelle di discesa.

Lo zaino è solido e ben costruito, pertanto non richiede particolari accorgimenti per la sua manutenzione, fatte salve le normali precauzioni di asciugatura e pulizia, in caso di utilizzo in condizioni particolarmente avverse.

 

LEGGI TUTTO
Marca Mammut
Modello: Trion Zip 22
Attività: Arrampicata alpinistica, vie ferrate
Utilizzatore:

Sportivo

 

Esperto

 

Intermedio

 
Anno: 2017
Prezzo: 100 €

Dice l'azienda

Trion Zip 22

La versione più piccola del Trion Zip è stata progettata per scalate impegnative. La dimensione ridotta lo rende ideale e comodo da indossare anche con imbracatura e casco da arrampicata. Il carico si posiziona centralmente e vicino alla schiena, garantendo totale libertà di movimento. È versatile e dotato di sistema trasporto corda esterno, due porta picozza e cinghie laterali di compressione.

CARATTERISTICHE
Altezza: 52 cm
Larghezza: 26 cm
Lunghezza: 23 cm
Sistema di sospensione: CONTACT VENT ™
Peso [g]: 810

  • Schienale e spallacci con imbottitura EVA e rivestimento in tessuto stretch
  • Schienale extra-corto che evita interferenze con imbrago e casco
  • Chiusura a zip che consente accesso ultra veloce al vano principale
  • 2 tasche chiuse – esterna e interna
  • Tre punti di aggancio rinforzati per il recupero
  • Sistema trasporta corda esterno
  • Cinturone ventrale minimalista e rimovibile
  • Sistema di trasporto attrezzi da ghiaccio ultra stabile
  • Daisy chain per assicurare attrezzatura supplementare
  • Realizzato in nylon, che offre ottima resistenza all’abrasione e all’acqua, con trattamento DWR resistente all’acqua all’esterno e trattamento PU impermeabile all’interno.

Prodotti Correlati

Potrebbero interessarti anche

SCARPA, 80 anni rivolti al futuro!

Per il suo ottantesimo compleanno, SCARPA® firma ben tre modelli speciali che gli affezionati non potranno lasciarsi sfuggire e che permetteranno di partecipare al concorso #SCARPAUNLIMITED. Il contest mette in palio soggiorni a Courmayeur, Cortina d’Ampezzo e Livigno e altri speciali giveaway!

Altracom s.a.s. di Alfredo Tradati – via Buonarroti 77 I-20063 Cernusco s/N (MI) – P.IVA 05019050961 – info@altracom.eu

Pin It on Pinterest

Ti piace?

Condividilo con i tuoi amici!

Ti piace sciare e sei curioso di provare sempre nuovi prodotti? Questo annuncio è per te!

Per il suo programma di indagini qualitative segrete presso una delle catene di noleggio sci più prestigiose in Italia, Outdoortest ricerca sciatrici/sciatori di ogni livello (anche principianti), purché motivati, precisi e… discreti, cui affidare il compito di svolgere un’esperienza di noleggio sci presso uno o più centri del marchio, realizzando un report di valutazione finale.

Scopri come partecipare qui